Pubblicato il 14 Novembre 2021

RSPP- RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE

Il D.Lgs 81/2008, meglio conosciuto come Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro, indica l’obbligo di nominare un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) all’interno di ogni azienda.

A nominare il RSSP è il datore di lavoro, per mezzo di nomina datata e firmata da entrambe le parti che assegna l’incarico al soggetto e va conservato insieme al DVR.

Il ruolo del RSPP è di supporto al datore di lavoro e pertanto lo affiancherà nella gestione della salute e sicurezza del lavoro nell’azienda. Inoltre, dovrà elaborare tutte le misure di miglioramento necessarie a garantire la sicurezza degli ambienti di lavoro e dei suoi lavoratori.

I principali compiti del RSSP ai sensi dell’articolo 33 del D.Lgs 81/08 sono:

  • individuare e valutare i fattori di rischio;
  • individuare le misure per la sicurezza idonee per gli ambienti di lavoro in base alla normativa;
  • elaborare e controllare l’applicazione delle misure protettive e preventive di cui all’art. 28 (Valutazione dei rischi);
  • partecipare alla redazione del DVR;
  • elaborare le procedure di sicurezza per tutte le attività aziendali;
  • proporre programmi e percorsi di formazione e informazione dei lavoratori;
  • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza;
  • partecipare alla riunione periodica prevista dall’art. 35;
  • informare i lavoratori dei rischi aziendali secondo quanto stabilito nell’art. 36;

Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione oltre ad essere una figura obbligatoria è indispensabile per il mantenimento di un ambiente di lavoro sicuro e sano. Tale ruolo può essere ricoperto da un professionista esterno all’azienda.

Per scoprirne di più e per mettere in regola la tua azienda richiedi maggiori informazioni.